Europa: Qualifiche professionali – aggiornamento

20 Ottobre 2017 Off Di N1COL4

In un precedente intervento (clicca qui) ebbi a dire che, con molta probabilità, la problematica del reciproco riconoscimento delle qualifiche professionali in Europa sarebbe stata risolta dalla Commissione Europea consentendo l’esercizio professionale nei diversi Paesi UE in modo parziale, anche a quelle professioni aventi requisiti diversi da quelli previsti dallo Stato di accoglienza.

Nel rispondere ad una interpellanza dell’Ordine dei Medici Francese, il Ministro della Sanità Pr. Agnès Buzyn ha annunciato una prossima norma che prevede la ricertificazione delle competenze delle professioni sanitarie.

E’ la risposta alla probabile futura normativa europea sulle qualifiche professionali che prevede in ciascuno Stato europeo l’accesso “parziale” ai professionisti esercenti professioni sanitarie di altri Paesi i quali non posseggono i medesimi requisiti previsti in Francia per ciascuna professione. Sarà pertanto preparato un decreto che individui le competenze di ogni specialità professionale, anche in relazione alla attività parziale, tanto da garantire sul territorio la coerenza degli atti sanitari.

Nel mentre in Francia ci si prepara a rispondere alle future normative europee, per far si che nulla cambi, pur se tutto cambia, noi speriamo che si risolva quanto prima il riordino delle professioni sanitarie, in stallo da anni.

Corrado Marino